Raggi di Sole sulla città resiliente di Roma

Niente si puo’ paragonare a Roma. Ogni giorno nella vita a Roma porta delle esperienze che in altri cittá del mondo si incontra raramente in un anno, incontri con la storia, l’arte architettura musica, ecc. Gente straordinaria, luoghi spettacolare. E, mentre in tante parte del mondo la bellezza é accessibile solo ai ricchi, a Roma c’é tanta per tutti, gratis.

 

Ma, ogni “silver lining” è circondato da una nuvola, e intorno a questi gioelli straordinarie di Roma c’e’ il degrado più impressionante di qualunque altra città. Sarebbe noiso dover elencare gli esempi, come a fastidioso doverli segnalare alle autorità, con la conoscenza che faranno poco o niente. (continua in inglese)

Rome in the New York Times

An article this week in the Europe section of the New York Times cites blogger Tom Rankin’s efforts to bring attention back to the Tiber through the work of the association he directs, Tevereterno Onlus. “Our mission is about reactivating a public space that we think has been forgotten, taking an abandoned piece of infrastructure […]

Roman Civic Space vs. Private Places

Rome is rich in magical places but many are inaccessible to the general public and often in a state of total abandonment. Sites which belong to the public administration are often the least public spaces, while those that are managed privately are more accessible. The tourist looking for a clean public restroom often turns to […]

Apertura Varchi ZTL = chiusura centro storico

L’ennesimo sciopero e arriva puntuale l’annuncio:

In ragione dello sciopero del trasporto pubblico di quattro ore indetto dalle Organizzazioni Sindacali per la giornata di domani, venerdì 18 marzo, il Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha disposto che i varchi delle ZTL diurne non siano attivi, con l’obiettivo di rendere più agevoli gli spostamenti in città e limitare il più possibile i disagi.

Per agevolare gli spostamenti e limitare i disagi, sarebbe meglio chiudere la città ai mezzi privati, ma almeno il centro storico che e piccolo e si gira bene a piede o in bici potrebbe rimanere senza auto. Invece il centro storico viene di nuovo chiuso, reso inaccessibile grazie all’invasione di auto. Grazie Tronca.

Raggi di bici

IMG_3552

Sempre più spesso l’analise civico sulle pagine di RFS si azzeccano !

Forse Raggi dovrebbe accorgersi che i cittadini di Ostia per venire a Roma devono essere dotati di una metropolitana-treno dignitoso. Poi una volta arrivati in grande velocità e in grande sicurezza a Piramide potranno aprire la loro bici pieghevole e partire pedalando, su ciclabili protette, per l’ultimo miglio oppure servirsi del bike-sharing che nel frattempo andrà implementato.

– See more at: http://www.romafaschifo.com/2016/03/qualche-consiglio-virginia-raggi-per.html#sthash.HSp8OyJg.dpuf

Riapre Via Appia Antica

 

Screen Shot 2016-03-10 at 12.00.21 PMRicevo e commento:  Quando una strada è pedonale è aperta alle persone.  Il titolo, quindi, é sbagliato.  Va detto, però, che almeno la decisione di ridurre il traffico va nel senso giusto.

Lavori Giubilari. Riapre Via Appia Antica. A breve la nuova viabilità

Si sono conclusi i lavori giubilari di ripavimentazione e riqualificazione
del manto stradale di via Appia Antica. Ciò ha reso possibile il ripristino
provvisorio della viabilità, secondo le vecchie regole. Già oggi, tuttavia,
una Conferenza dei Servizi convocata in Campidoglio si è pronunciata sul
progetto della nuova viabilità, con l’obiettivo di accrescere la tutela
monumentale e paesistica della strada e la sicurezza, in primo luogo, dei
pedoni. Ciò potrà avvenire grazie a una riduzione dei volumi di traffico,
principalmente quello di attraversamento. Non vi saranno, invece,
limitazioni di quello locale.

Le novità del progetto di nuova viabilità, che si attuerà a breve, sono le
seguenti: il primo tratto di via Appia Antica (tra Porta San Sebastiano e il
viadotto di Via Cilicia), nella direzione verso il centro di Roma, sarà
riservato al trasporto pubblico locale; in direzione opposta (a uscire dal
centro) sarà invece percorribile da tutti i veicoli. Un sistema di varchi
elettronici vigilerà sul rispetto di queste regole d’accesso.

Nel tratto successivo, tra via della Caffarella  e la Chiesa di San
Sebastiano, sarà invece istituito sperimentalmente il senso unico nella
direzione dal centro verso la periferia. La scelta del senso unico è legata
alle ridotte dimensioni della carreggiata. Il doppio senso di circolazione,
difatti, rende insicuro il transito pedonale, a partire da quello turistico.
I pedoni potranno godere di uno spazio di circolazione più ampio e più
sicuro, anche grazie ad un’adeguata segnaletica. Un apposito monitoraggio
valuterà nei prossimi mesi la validità ed efficacia di questa misura.

Sull’intero tratto di strada, da Porta San Sebastiano alla Chiesa omonima,
verrà istituito il limite di 30 km/h, che dovrà essere rispettato da tutti i
veicoli, mezzi ATAC compresi, il cui servizio verrà parallelamente
potenziato per migliorare l’accesso all’intera area dell’Appia Antica.

The Real Thing

Two outings in two days have me thinking about authenticity and meaning. No answers, just observations. Yesterday I accompanied a class I co-teach on a studio your to Cinecittà, Rome’s film studios. The five acres of backlots have twice been the center of a thriving film industry: once in the fascist era when Hollywood films were unwelcome in […]

Green Modernity

Villa Borghese and the Modern City Of the many public parks in Rome none is better known than the Villa Borghese which comprises nearly 200 acres to the north of the Spanish Steps. Long the property of the wealthy and noble Borghese family,  the gardens were purchased by the Italian state after the unification of […]

Il Tevere

Roma 2025: Ideas for the New Metropolis

  At MAXXI last night (18 December 2015) 25 projects were unveiled for 25 quadrants of greater Rome. Inspired by the 1978 Roma Interrotta project exhibit which saw 12 international architects address the planning of Rome’s historical center, this initiative, titled Rome 20-25: New Life Cycles for the Metropolis addressed the city at a much larger […]